Estefania Bravo Valentin è un’antropologa culturale spagnola specializzata in salute, relazioni internazionali e Africa sub-sahariana. Arriva per la prima volta in Uganda nel 2012 per lavorare come volontaria in un orfanotrofio gestito da una ONG americana. Questa esperienza, durante la quale ha partecipato alla cura ed educazione di circa 30 orfani con storie traumatiche, l'ha profondamente cambiata e ha aumentato il suo interesse e la passione per il continente africano, la cooperazione internazionale e il lavoro con i bambini in contesti multiculturali.
Questa prima visita in Uganda (Entebbe - Malayaka House) le ha permesso di vedere la realtà da altri punti di vista e attraverso gli occhi della popolazione locale, di imparare nuovi modi di percepire il tempo, lo spazio e le relazioni personali, e di rendersi conto che il lavoro dal basso per contribuire al raggiungimento degli obiettivi degli individui e delle comunità svantaggiate, lottando per contrastare le disuguaglianze, era ciò a cui voleva veramente dedicare la sua vita.
Gli anni successivi sono stati dedicati a continuare la sua formazione all'estero (Università di Amsterdam: Master in Antropologia Medica e Sociologia) e in Spagna (Università Autonoma di Madrid: Master in Studi Africani), nonché ad
acquisire la sua prima esperienza professionale nel campo della

cooperazione e dell’intervento sociale (Croce Rossa League, Donne Progetto e Medici Senza Frontiere-Africa Centrale), mentre lavorava come tutor per i bambini di diverse età e insegnante di inglese per adulti Tuttavia, la sua passione per l'avventura, conoscere altre culture, viaggiare e il lavoro con le persone, l’ha portata a ritornare in Uganda nel 2016 con un’altra ONG spagnola (Bambini Uganda Entebbe) e a partecipare ad altre attività nel campo della cooperazione (la gestione, il monitoraggio, la pianificazione, ecc.) e di lavorare con i bambini in un orfanotrofio locale.
Nel 2017, alla ricerca della possibilità di lavorare nel terzo settore e di rimanere sul campo per un lungo periodo di tempo, ha trovato la possibilità di unirsi al lavoro della ONG “Deborah Ricciu-Espandere Orizzonti” presso Kibiri (Kampala – Uganda), che rappresenta l'occasione perfetta per continuare ad attuare la sua esperienza e continuare ad imparare da altri professionisti internazionali e indigeni. Figlia di un insegnante di pedagogia e abituata a vivere in una grande famiglia e a lavorare con i bambini, per lei dedicarsi alla scuola come insegnante significa non solo soddisfare le sue prospettive di carriera, ma anche sentirsi realizzata personalmente.